Fare Insieme

31 marzo 2010

Lega: forte, anzi, fortissima!


Si parla della sua comprovata capacità di parlare a tutti i ceti della popolazione: dagli agricoltori ai “colletti bianchi”, dagli artigiani agli industriali. Se ne parla come di una risorta “Democrazia cristiana”. La sua forza risiede nel radicamento sul territorio, nella presenza costante là dove sorge una richiesta, nel saper ascoltare e, soprattutto, nel dimostrare maturità. Abbandonati, o quasi, gli slogan propagandistici che parlavano “alla pancia” della gente, che seminavano e fomentavano timori pressoché infondati, oggi la Lega si smarca dalla propaganda berlusconiana apre al dialogo invitandoci a prendere posizione su quale federalismo vogliamo, quale fisco, quali riforme costituzionali.
Tutto senza dimenticare, però, che B. è sul palco, con il suo disprezzo verso la magistratura, con la sua intolleranza verso chiunque lo critichi, con la sua smania di onnipotenza e, pur sempre, con la sua capacità di trascinamento di una maggioranza plasmata dalla televisione, dalla pubblicità e dai reality show che creano un mondo virtuale per alcuni consolatorio delle difficoltà di quello reale, per altri permissivo di un facile raggiungimento di fama e guadagni.
Dividiamoci anche noi i compiti: allo staff dirigente la battaglia ai falsi ideologismi, la difesa della magistratura, la riproposizione della questione morale, la costruzione, con gli alleati, dell’alternativa di governo. A noi, in periferia, il compito di tornare a parlare con la gente, come si faceva ai tempi dei partiti storici e come la Lega ha sapientemente ripreso con successo. Non è sufficiente, però, la disponibilità al dialogo ed il saper ascoltare, pur imprescindibili, occorre studio, approfondimento e formazione politica.
Calare il programma approvato in sede di Congresso nazionale, nella realtà locale comporta individuare le aree tematiche corrispondenti alle criticità della Città e della Regione, discuterle in gruppi di lavoro interni onde definire la linea politica che, con l’approvazione del Partito, sarà oggetto di dialogo con la cittadinanza, e confronto con le Istituzioni e le altre forze politiche.

enrico

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: